Questo sito usa cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo.   Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI
home page lavarone

Luoghi da visitare

Home > Ospitalità > Località > Luoghi da visitare

Lavarone e il Forte

La Grande Guerra arrivò sull'Altopiano nel Luglio del 1914 con la chiamata alle armi di molti Lavaronesi, in seguito alla dichiarazione di guerra dell'Austria - Ungheria alla Serbia e, nel maggio successivo, gli Altipiani vennero a trovarsi in prima linea: il 24 Maggio 1915 il silenzio di queste montagne fu rotto dallo scoppio sordo delle granate.
La popolazione ancora sul territorio - principalmente donne, bambini e anziani - venne fatta sfollare e iniziò per loro la triste esperienza di profughi nelle baracche nel campo di Braunau (Alta Austria).
Dopo più di tre anni, nel Natale del 1918 la gente poté tornare alla proprie case trovandole razziate dai militari e danneggiate dai bombardamenti.
La Comunità di Lavarone pagò il suo tributo alla Grande Guerra 1914-1918 con 188 vittime e con uno strascico di miseria che si protrasse per molti anni.

Frammenti di Storia di una Fortezza

Con una guarnigione di circa 200 soldati sotto la guida di un tenente, la Fortezza assolse pienamente alla propria funzione difensiva e di supporto alla azioni militari offensive.
Sebbene sottoposto ai pesanti bombardamenti provenienti dalle artiglierie italiani di posta a Porta Manazzo, Compolongo e Campomolon, seppe resistere malgrado i danni subiti: infatti, non appena i bombardamenti cessarono, i soldati del Forte provvedevano al ripristino delle strutture lesionate.
Nel solo primo anno di guerra la Fortezza ricevette 1800 colpi di grosso calibro, alcuni dei quali riuscirono a forare le strutture blindate, ed il 16 Maggio 1916 l'esplosione di una granata Italiana causò la morte di 9 soldati ed il ferimento di 18 loro compagni.

Fortezza Austroungarica e Museo

Forte Belvedere - Gschwent, realizzato dal Genio militare austroungarico sotto la direzione del tenente Rudolf Shneider nel quadriennio 1908 - 12, aveva il compito di difendere Trento in un settore particolarmente sensibile ad eventuali attacchi Italiani.
Collaudato per resistere a pesanti bombardamenti, con stature corazzate in acciaio e calcestruzzo e centinaia di metri di callerie nella roccia, rappresentava una delle massime espressioni della tecnica militare dell'epoca. Di proprietà del Comune di Lavarone, che recentemente ha provveduto ad un accurato restauro e all'allestimento di percorsi tematici, oggi la Fortezza si presenta al visitatore quale Museo degli eventi più drammatici della Grande Guerra 1914-18.
Belvedere - Gschwent è testimonianza unica ed imprescindibile di un conflitto che sconvolse l'Europa.

Il Museo

Diversamente dalla gran parte dei musei, Fortebelvedere - Gschwent non è un edificio neutro che ospita dei contenuti, quanto piuttosto un museo di se stesso.
Si tratta di una struttura che con la sua grandiosa mole, si mostra quale testimonianza di una storia ed in cui il sapiente allestimento museale è strumento di valorizzazione di eventi già energicamente evocati dal luogo.
L'approccio è quello divulgatico, di facile comprensione e rivolto ai tanti visitatori che arrivano al Forte per conoscerne la storia.
Il percorso espositivo si sviluppa sui tre piani del Blocco Casamatte della Fortezza con temi distinti ma necessariamente connessi.
Le sale del piano terra sono dedicate alla spiagazione delle origini e delle partocolarità del sistema di fortezze degli altipiani ed, in particolare alla storia del Forte e del suo rapporto con la comunità. Al primo piano vengono delineati gli eventi e le operazioni militari che ebbero per protagonisti gli Altipiani, ma nell'ambito del più amplio contesto Nazionale ed Europeo. Il secondo piano è dedicato ai temi forti della Grande Guerra: la trincea, la vita dei soldati, la "Guerra Industriale", la propaganda e la memoria.

Richiesta disponibilità

Tipo struttura
Nr. adulti
Nr. bambini
Arrivo
Nr. notti
Email
Oggi :

visibilità:
scarsa (nebbia o nuvole basse)
temperatura:
°C
vento:
calma /